Per Appuntamenti STUDI MEDICI ARS MEDICA +39.06.36208923 - 924 oppure +39.333.3926736 o +39.388.1183640

Mag
30

Neuromodulazione sacrale nel colon irritabile

Thumbnail di Neuromodulazione sacrale nel colon irritabile

Un gruppo di ricercatori ha pubblicato in Danimarca i risultati preliminari di uno studio riguardo il beneficio ottenuto dalla neurostimolazione sacrale nei pazienti affetti da colon irritabile.

La sindrome da colon irritabile è caratterizzata dalla notevole mancanza di comfort, in termini di qualità di vita e quindi sociale, accusato dai pazienti per sintomi quali diarrea, senso di gonfiore addominale e dolore addominale violento che precede l’evacuazione. Le cause che spiegano la sindrome del colon irritabile sono da ricercarsi nell’alterato equilibrio funzionale che si instaura tra l’asse cerebro–intestinale e le strutture neurologiche che controllano l’attività intestinale. Stimoli nocicettivi, ad esempio reazioni crociate conseguenti ad infezioni virali in corso di sindromi influenzali, agiscono nei pazienti predisposti geneticamente in maniera tale da alterare il complesso network funzionale dell’asse cerebro digestivo in maniera tale da manifestarsi, in occasione di stress emotivi, con alterazione dell’alvo in senso diarroico associato a dolore e gonfiore addominale.

Perché la neuromodulazione sacrale?

Il principio in base al quale si è pensato di applicare la neurostimolazione sacrale è stato di identificare se, attraverso una stimolazione modulata sulle strutture nervose periferiche comunque coinvolte nel controllo funzionale del colon e del retto, fosse stato possibile osservare un miglioramento della sintomatologia.

Ciò avrebbe reso indirettamente conto del vantaggio funzionale sull’attività intestinale attraverso la neuromodulazione, quindi del controllo sulla sindrome. Per saggiare oggettivamente il miglioramento clinico ottenuto sui pazienti affetti da colon irritabile e sottoposti a neuro modulazione sacrale, sono stati utilizzati dei questionari tesi a valutare sia lo stato della malattia sia la qualità di vita. Tutti i pazienti sottoposti al trattamento con neuromodulazione sacrale con impianto temporaneo, hanno evidenziato un netto miglioramento degli punteggi relativi alla valutazione della sindrome da colon irritabile (netto miglioramento della diarrea, del gonfiore e del dolore addominale) e della qualità di vita inteso come limitazione sociale e privato dovuto ai sintomi della sindrome.

Il meccanismo attraverso cui la neuromodulazione sacrale determina tali miglioramenti non è stato ancora compreso sino in fondo. Tuttavia sono innegabili i risultati evidenziati attraverso i questionari compilati dai pazienti stessi costituenti il campione di studio dalla situazione iniziale rispetto a quella successiva il trattamento: netti sono i miglioramenti dichiarati per ciò che concerne il discomfort dovuto ai sintomi che alla qualità di vita. Questi risultati incoraggiano il trattamento con neurostimolazione sacrale nei pazienti affetti da grave forma di colon irritabile non altrimenti gestibile con sola terapia medica.

Fissa un appuntamento