Per Appuntamenti STUDI MEDICI ARS MEDICA +39.06.36208923 - 924 oppure +39.333.3926736 o +39.388.1183640

Mag
10

Screening del cancro del colon retto

Thumbnail di Screening del cancro del colon retto

La parola screening è ormai entrata nel linguaggio comune, indicando subito nella nostra mente un percorso attraverso il quale è possibile diagnosticare la presenza di una patologia sin dal suo insorgere ovverosia la possibilità di effettuare una diagnosi precoce.

Lo screening del cancro del colon rettale è indicato in un gruppo selezionato di pazienti, costituito dalla popolazione di entrambi i sessi compresa tra i 50 e 74 anni, potenzialmente affetti da neoplasia del colon. La selezione avviene attraverso un percorso caratterizzato da valutazioni cliniche e diagnostiche. In Italia vi sono 38.000 nuovi casi di tumore del colon retto all’anno diagnosticati con una incidenza di 30,3 nuovi casi per 100 mila abitanti per la donna e 52,0 casi per 100 mila nell’uomo. Attualmente secondo dati pubblicati in letteratura, la sopravvivenza a 5 anni si colloca tra il 58% ed il 60% dei pazienti trattati. Lo scopo del programma di screening per i tumori del colon retto è quello di identificare, possibilmente nella loro forma la più precoce, le neoplasie o i polipi, formazioni generalmente benigne che possono in alcuni casi divenire neoplasie maligne.

Il modello attraverso cui rispondere a questo missione deve tener conto di alcuni elementi cardine: periodicità biennale, utilizzazione di un test valutativo, sicuro, semplice e non invasivo come quello sulla ricerca del sangue occulto nelle feci; quando il test del sangue occulto nelle feci risulta positivo, il passaggio successivo è l’esecuzione della colonscopia, esame invasivo ma al tempo stesso diagnostico ed operativo che permette l’esecuzione di biopsie o la rimozione dei polipi; se l’esame istologico condotto sulle biopsie o sui polipi asportati risulta positivo per tumore si passa alla fase successiva, ovverosia l’esecuzione dell’intervento chirurgico.

Il team proctologico di proctologia.biz unitamente alla CLINICA ARS MEDICA di Roma, da sempre sensibile a questi temi, ha aperto una campagna di sensibilizzazione allo screening per il cancro del colon retto, avendo l’utenza a disposizione tutte le fasi del processo di screening.

In particolare:

  • un laboratorio analisi di elevata tecnologia e sicurezza;
  • servizio di endoscopia con strumentazione all’avanguardia;
  • equipe di colon proctologi esperti in tecniche chirurgiche mini invasive che permettono una minor ospedalizzazione post operatoria e pronta ripresa delle attività sociali;
  • sale operatorie dotate delle strumentazioni più avanzate;
  • servizio di terapia intensiva, oncologia, radiologia e nutrizione clinica di supporto completano l’importante forza messa a disposizione.

In tal modo, a Roma, i proctologi dello staff di proctologia.biz presso la CLINICA ARS MEDICA di Roma sono in grado di attuare nella sua completezza il programma di screening.

Il primo livello di screening prevede un il test al sangue occulto nelle feci associato alla visita proctologica ed alla rettoscopia. Il campione di pazienti ideale che può giovare del servizio è costituito da uomini e donne con età compresa tra i 50 ed i 74 anni. Il test al sangue occulto è di facile esecuzione: non è necessario eseguire alcuna dieta particolare, non bisogna lavarsi i denti per 3 giorni prima dell’esame, evitare di eseguire il test durante il periodo mestruale, non bisogna sporcare il flacone né pulirlo con l’alcool; è importante raccogliere le feci da una superficie asciutta senza che queste entrino in contatto con l’acqua. Le feci vanno raccolte dalla superficie asciutta con il bastoncino presente nel flaconcino, non con altro mezzo, in quantità adeguata. Il bastoncino contenente feci verrà poi riposto nel flaconcino che una volta chiuso, verrà messo all’interno di un sacchetto di plastica presente nel kit. Viene così consegnato al proctologo. La risposta al test viene fornita entro le 48 ore successive.

La visita proctologica accompagna il test al sangue occulto, ad essa viene associata alla rettoscopia, esame endoscopico di facile esecuzione che non reca dolore né fastidio alcuno per cui non vi è necessità di sedazione né di preparazione con i lassativi; è sufficiente la somministrazione di un clistere evacuativo acquistabile in farmacia 2 ore prima dell’esame. L’insieme di queste azioni costituisce un primo valido e sicuro livello di diagnosi precoce del cancro del colon retto.

Fissa un appuntamento