Per Appuntamenti STUDI MEDICI ARS MEDICA +39.06.36208923 - 924 oppure +39.333.3926736 o +39.388.1183640

Apr
26

L’efficacia dei probiotici nel colon irritabile

Thumbnail di L’efficacia dei probiotici nel colon irritabile

L’efficacia dei probiotici nel trattamento del colon irritabile viene confermata attraverso analisi effettuate su numerosi studi presenti in letteratura per un totale di 1.100 pazienti, tale risultato poggia su alcuni fattori determinanti tra cui:

  • il cambiamento qualitativo della flora batterica intestinale,
  • la soppressione del super accrescimento di batteri non utili alla digestione nel piccolo intestino,
  • l’attività antibatterica ed antivirale,
  • il miglioramento della motilità intestinale e delle proprietà immuno modulatorie ed infiammatorie,
  • l’ottimizzazione regolazione funzionale dell’asse cervello intestino.

È questa la conclusione del lavoro pubblicato recentemente in letteratura da un gruppo di lavoro appartenente al Drug Selecting Committee, Food and Drug Organization of Ministry of Health & Medical Education di Teheran in Iran.

I sintomi della sindrome da colon irritabile

Secondo i criteri di Roma III, la sindrome da colon irritabile viene definita come una patologia funzionale dell’asse cervello intestino caratterizzata da:

  • dolore addominale,
  • gonfiore addominale
  • alterazione dell’alvo che può presentarsi tendenzialmente diarroico, stitico o alternarsi tra queste due modalità.

La patogenesi della sindrome da colon irritabile sembra essere oramai chiara, trattandosi di un network abbastanza complesso in cui lo stress gioca un ruolo chiave. Questo influisce in maniera significativa sulla complessa interrelazione e regolazione funzionale che esiste tra cervello e intestino, definito appunto asse cerebro-intestinale. Il risultato di questa alterazione è una non modulata funzione intestinale per cui si ha una iperattività, che si traduce nei sintomi dolori addominali e diarrea, ovvero ad ipomobilità che si manifesta con gonfiore addominale e stipsi.

Accanto a questi meccanismi si instaurano, appunto come network, aumento della flora batterica del piccolo intestino non utile alla digestione a cui consegue l’instaurarsi di una risposta immunitaria che comporta a sua volta infiammazione del rivestimento dell’intestino, detto mucosa, con il conseguente peggioramento dei sintomi che caratterizzano la sindrome da colon irritabile.

Il ruolo dei probiotici nella cura della sindrome da colon irritabile

Lo studio metanalitico, il più importante presente in letteratura per numero dei lavori considerati e per reclutamento totale dei pazienti , dimostra appunto l’efficacia dei probiotici come trattamento di prima scelta in tutte le forme di colon irritabile. La loro azione si manifesta prioritariamente sulla normalizzazione della motilità intestinale e dunque sull’asse cerebro intestinale, sulla modulazione della risposta immunitaria e quindi infiammatoria e sulla riduzione della flora batterica nociva. In tal modo, attraverso la normalizzazione della funzione intestinale, la fermentazione delle feci in particolare la digestione degli elementi che naturalmente non vengono digeriti dal corpo umano avviene in maniera fisiologica e quindi ne beneficia la qualità della feci. Le due cose sommate riducono la risposta immunitaria e quindi infiammatoria con notevole beneficio della funzione intestinale.

Fissa un appuntamento

Efficacy of probiotics in Irritable Bowel Syndrome: a Meta-analysis of Randomized Controlled Trials” Shekoufeh N. et al. Disease of the Colon and Rectum; Dec 2008, vol. 51 n°12; ppgg 1775-79.