Per Appuntamenti STUDI MEDICI ARS MEDICA +39.06.36208923 - 924 oppure +39.333.3926736 o +39.388.1183640

HAL doppler per la cura delle emorroidi

hal doppler emorroidi roma

L’HAL doppler è una tecnica chirurgica utilizzata per la cura delle emorroidi negli stadi iniziali, sta trovando sempre più impiego nella pratica chirurgica per la sua versatilità, performanza e capacità curativa. La tecnica chirurgica, definita legatura delle arterie emorroidarie transanale doppler assistita, conosciuta l’acronimo THD (Transanal Hemorrhoidal Dearterialization) o HAL (Haemorrhoidal Artery Ligation) doppler,  utilizza il sistema doppler come presupposto di base grazie all’idea sviluppata dal giapponese dott. Morinaga (1).

Con il paziente in posizione ginecologica, si esegue un’anestesia locale, assolutamente sufficiente per eseguire l’intervento, mediante infiltrazione dell’anestetico nella regione perianale, esattamente a ore 12, 3, 6 e 9  se immaginiamo l’ano come il quadrante di un orologio. In seguito si introduce un anoscopio fenestrato che ha due caratteristiche:

  • la prima, alla sua sommità presenta la microsonda doppler la cui funzione è quella di identificare, al di sopra dei cuscinetti emorroidari in quello spazio anatomico compreso tra ampolla rettale e canale anale, i rami terminali della arterie emorroidarie che apportano sangue al tessuto emorroidario. Questi si identificano, immaginando la superficie del canale anale come un orologio, a ore 11 e 12, 2 e 5, 7 e 9, attraverso il flusso amplificato dal rumore emesso dalla sonda doppler.
  • La seconda caratteristica dell’anoscopio fenestrato è quella di consentire, una volta identificato il ramo arterioso emorroidario con il doppler, attraverso una scanalatura presente lungo la sua concavità, l’inserimento di uno strumento chirurgico apposito mediante il quale è possibile legare l’arteria con un filo in materiale riassorbibile.

Il successivo controllo con il doppler permette di dimostrare l’avvenuta e corretta legatura del ramo arterioso emorroidario: è assente il caratteristico segnale sonoro percepibile prima della legatura. L’intervento termina dopo aver eseguito sei legature nei punti sopra detti, la durata è di circa venti-trenta minuti.

La tecnica chirurgica per il trattamento delle emorroidi con il doppler non provoca dolore perché i punti vengono messi in una zona scarsamente innervata,  l’intervento viene svolto in regime di day hospital e la dimissione avviene dopo circa due ore . Le complicanze riportate in letteratura sono scarse se non assenti. L’indicazione della tecnica HAL doppler è per i primi stadi della malattia emorroidaria con prolasso scarso o assente. I risultati in letteratura sono discordanti per quanto riguarda l’efficacia della cura, alcune casistiche riportano un importante tasso di recidiva dopo un anno dal trattamento. Deve essere valutata dal proctologo caso per caso l’indicazione per ciascuna tecnica chirurgica, dopo un’accurata anamnesi e una visita proctologica lo specialista stabilirà quale tipo di intervento è più adatto.

Fissa un appuntamento

(1) Morinaga K., Hasuda K., Ikeda Y. A novel therapy for internal hemorrhoids: ligation of the hemorrhoidal artery with a newly devised instrument (Moricorn) in conjunction with a Doppler flowmeter. Am J Gastroenterol. 1995 Apr;90(4):610-3