Per Appuntamenti STUDI MEDICI ARS MEDICA +39.06.36208923 - 924 oppure +39.333.3926736 o +39.388.1183640

Lug
24

Proctalgia fugax: una patologia proctologica rara ma fastidiosa

Thumbnail di Proctalgia fugax: una patologia proctologica rara ma fastidiosa

Proctalgia è un termine composto che significa dolore all’ano. In alcuni casi può essere usato il termine anismo, intendendo con questo termine ugualmente un dolore anale. Dal 2006 entrambi i termini vogliono indicare un’alterata funzione delle strutture sfinteriali dell’ano che si manifestano attraverso il dolore.

La proctalgia fugace o fugax è un dolore improvviso, acuto, avvertito alla regione perianale della durata di qualche istante, che lenisce spontaneamente. In uno studio condotto in Inghilterra su di un campione di oltre 300 pazienti sani, la proctalgia fugace è dichiarata nel 14% dei casi; il 5% di questo campione riferiva almeno 6 episodi l’anno con prevalenza della donna rispetto all’uomo. In uno studio condotto da esperti statunitensi su di un campione di oltre 5.000 soggetti sani, 8% riferiva sintomatologia come da proctalgia fugax e di questi solo nel 17% dei casi si rivolgeva ad una visita proctologica. La prevalenza per la donna rispetto l’uomo confermava il risultato del campione inglese e i soggetti adulti sono prevalenti rispetto agli anziani.  un campione di soggetti affetti da colon irritabile ovvero da alterazione funzionale digestiva, la proctalgia fugax compare nel 51% dei casi con le donne maggiormente colpite rispetto all’uomo.

L’aspetto clinico si caratterizza appunto per la fugacità del sintomo: la comparsa avviene in pieno benessere, improvvisamente, di giorno come di notte, numericamente infrequenti, solo 5 episodi/anno riferiti dai soggetti colpiti; non sono associabili all’attività intestinale tanto che il paziente non sa specificare se c’è un evento scatenante la sintomatologia.

La proctalgia è oggi inquadrata nell’ambito delle disfunzioni digestive dell’intestino. L’alterata funzionalità dell’intestino comprende una serie di sindromi, principalmente rappresentate dal colon irritabile, dove, in conseguenza dello stress, l’organo bersaglio sviluppa una non corretta funzionalità, che si traduce in sintomi specifici quali diarrea, dolori addominali, flatulenza e stipsi. Nel particolare, lo spasmo improvviso della struttura muscolare dello sfintere esterno, che determina il dolore fugace all’ano, deve essere interpretato come una sua alterata funzione dovuta a cause che determinano un non ottimale riflesso retto anale inibitorio. In breve, il riflesso retto anale inibitorio è quel riflesso che regola lo svuotamento dell’ampolla rettale dalle feci attraverso il conseguente e automatico rilassamento sfinteriale: cause quali il prolasso, la proctite, la diarrea la stipsi, tutti fenomeni comunque imputabili ad alterata funzione intestinale, determinano la deregolazione del riflesso retto anale inibitorio con conseguente disfunzionamento sfinteriale. Lo sfintere pertanto va, per così dire, in tilt determinando lo spasmo come ribellione alle leggi che ne regolano la funzione. È consigliabile allora rivolgersi allo specialista proctologo per l’inquadramento diagnostico e terapeutico del caso.